NOME AUTORE

Laura Pigozzi

2 ARTICOLI
0 Commenti
Psicoanalista, saggista e insegnante di canto, dedica particolare attenzione alle nuove forme dei legami familiari, al femminile, alla questione della voce e del fare arte. E’ Rappresentante Italiana delle seguenti associazioni psicoanalitiche europee: Fondation Européenne de la Psychanalyse; CRIVA - Centre Recherche International Voix Analyse Lapsus de Toledo E’ nel comitato scientifico e docente della Società Italiana di Musicoterapia Psicoanalitica e ne dirige la sezione milanese. E’ autrice dei libri:Troppa famiglia fa male. Come la dipendenza materna crea cittadini bambini. Rizzoli, settembre 2020 Adolescenza Zero. Hikkikomori, Cutters, ADHD e la crescita negata, nottetempo editore, giugno 2019. Tradotto in Francia per Erès (2020) Mio figlio mi adora. Figli in ostaggio e genitori modello, nottetempo ed, 2016. Vincitore del primo premio Internazionale “Città delle Rose 2017”. Tradotto nel 2018 in Francia per Erès e in Brasile per Buzz Editora A nuda voce. Vocalità, inconscio, sessualità, riedito ampliato da Poiesis, 2017 Chi è la più cattiva del reame? Madri, figlie e matrigne nelle nuove famiglie (2012) tradotto in Francia per Albin Michel, Paris (2016); Voci smarrite. Arte, sublimazione e legame sociale contro il dominio dell’anestesia, et./Al. (2013), attualmente in traduzione in Francia Collabora alle riviste di cultura doppiozero.it, Gli Asini, Origami-La Stampa e scrive su riviste francesi e spagnole. Scrive sul blog che “Riflessioni brevi” Vive e lavora a Milano e a Pesina di Caprino Veronese

Perché siamo sensibili al fascino di un leader? Monofonia identitaria e polifonia democratica

L’identificazione è una melodia non perfettamente in tono ma ricca di variazioni. Non ordina il sacrificio della plurivocità perché essa è l’Altro,...

Travolti dall’apatia

…quel virus plusmaterno che perverte la funzione materna di cura in una ipercura del controllo, che oggi è anche sempre più dei padri, contagia le zie...

Latest news

Fiori dolci in un balcone candido

Sedevo sulla mia poltrona rosso bordeaux con accanto un signore che sorseggiava un buon caffè, le mie paesane mi...

Teatro e Convivialità

Il momento rituale rimette in gioco l 'ordine del Tempo rispetto alla dimensione della Morte, dunque, la sospende, vi patteggia, la rimanda...

Convivialità

Platone, che di convivi qualcosa capiva, è stato tra i primi a sostenere che per la trasmissione di conoscenze non fossero sufficienti i...

Impressioni di Dicembre

Scrivo queste righe pochi giorni dopo aver partecipato, per la prima volta, ad un simposio. Immaginavo che fosse ingenuo pensare che questo...

Distopìe conviviali

1.  Tools for conviviality (1973) è uno dei manifesti politici più importanti del post-sessantotto, ma anche un’idea genuinamente originale della convivialità. Idea...