Numero 15 - Maggio 2022

Confini

Fotografia di Olivo Barbieri Jacumba CA 2017 USA

Editoriale di Andrea Donegà La parola confine è interessante da indagare e da approfondire perché evoca, contestualmente, a partire dalla sua etimologia, una sorta...

Né impiego, né merce: il lavoro come linguaggio della trasformazione sociale

Finchè rimarrà catturata nel paradigma culturale del pensiero ortodosso dominante, la questione del lavoro non troverà nuove vie e possibilità di soluzione,...

Il confine dell’arte ha dei limiti sconfinati

Scrive Ugo Morelli nel suo articolo del 27 Aprile 2022 su ViaGramsci “Quel che ci rende creativi… Il senso del possibile tra...

Il primo confine

Ecco, viene verso di me. Mi saluta accennando un sorriso. Nella norma. Niente di che. Rispondo. Per segnare un confine. Capirà fin...

Confini e frontiere

I confini si aprono, le frontiere si chiudono. Oggi, con il ritorno della guerra in Europa, stiamo ritornando alla chiusura delle frontiere....

(Nuovi) confini e (mancati) confronti nella vita lavorativa

E’ attuale sentir parlare di “Great Resignation”, ovvero il fenomeno che vede un numero considerevole di persone dimettersi dal proprio lavoro, nella...

Né impiego, né merce: il lavoro come linguaggio della trasformazione sociale

Finchè rimarrà catturata nel paradigma culturale del pensiero ortodosso dominante, la questione del lavoro non troverà nuove vie e possibilità di soluzione,...

La vignetta di Pietro

Stay Connected

16,985FansMi piace
2,458FollowerSegui
61,453IscrittiIscriviti

Bazar della mente

Sconfinamenti

Al filosofo Mauro Ceruti, e allo storico, Guido Formigoni, chiediamo le ragioni di un libro, da loro curato per i tipi de...

Piccolo dizionario

Parole a perdere

Oltre il cancello

Bruno Guidotti

Oltre il grande cancello serrato,
l’orizzonte e il silenzio.
Un cielo senza colori
rimpiange l’azzurro perduto,
le sue nuvole bianche,
le sue nuvole rosa,
e degli uccelli il volo ed il canto.
Mani con rabbia cercano forzare
la pesante inferriata
per sfuggire al presente,
dimenticare il passato,
e cercare il futuro sognato.
Ma vano è lo sforzo,
e si ritrovano vinte e dolenti.
Alle spalle una solitudine
senza confini, osserva beffarda
l’inutile sforzo sotto una volta
con stelle di carta.
Il ricordo: lampo fugace
che squarcia la mente,
è là che rivuole i suoi giorni,
mentre un vento impietoso
ne disperde lontano i frammenti.
Sognare… ma fra il passato e il futuro,
v’è sempre il presente.

Archivio