Numero 23 - Gennaio 2023

Umiliazione

Fotografia di Olivo Barbieri_Paris, France 1989

Come sempre più spesso accade, quando ci riuniamo discorriamo su quale potrà essere il tema del successivo numero della rivista. Come sempre più spesso...

Umili e umiliati

A volte le parole ci tradiscono, o meglio: ci tradisce il loro instabile significato. L’umiltà è assimilata alla perfezione: Petrarca la trova...

Umiliazione, strumento di potere

Quando si sente qualcuno, specie se in posizione di rilievo, affermare una sciocchezza sesquipedale è buona regola non seguire l’istinto di riderci...

L’ordine non è armonia e la vera forza non umilia

È un trend, una moda, una strategia di marketing, una presa di coscienza autentica oppure solo un modo di lavarsi la coscienza...

Umiliazione e Cura: la relazione umana tra oggettivazione e riconoscimento

Misurarsi filosoficamente con il fattore antropologico dell’umiliazione (inflitta o subita che sia) è un’occasione assai proficua per ragionare...

Umiliazione e minorità

Umile viene dal latino humilis che a sua volta ha a che fare con humus, terra. Chi è umile sta in basso...

Umiliazione

0
Il punto più basso dell’umiliazione toccato da Filumena non è quello delle giornate e delle nottate al vico San Liborio, nella condizione...

Magnificat…

0
Dai pochi passi a lei dedicati dal Nuovo Testamento a una ricchissima vicenda di reinterpretazioni teologiche, artistiche e letterarie: ecco il curioso...

Cuor mio privato delle dolci vesti protettrici

1
Spoglia come il cielo ero stravaccata sulle dolci colline bianche come il latte, sulle coppe del...

Humilia et impera

0
Cinque adulti attempati, tra esponenti del potere politico e del potere mediatico, discorrono di temi che affliggono il Paese davanti a una...

L’umiliazione sceglie vie acute

0
Di tutti i gesti, forse il più rassicurante e perciò il più potente, è quello di una madre che ti solleva per...

Scampia. Dall’umiliazione al riconoscimento del paesaggio vivente

0
Ma nei rifiuti del mondo, nasceun nuovo mondo: nascono leggi nuovedove non c’è più legge; nasce un nuovoonore dove onore è il...

La vignetta di Pietro

Stay Connected

16,985FansMi piace
2,458FollowerSegui
61,453IscrittiIscriviti

Bazar della mente

Fëdor Dostoevskij, Umiliati e offesi, 1861, Einaudi, Torino

Perché ha voluto descrivere con tanta precisione i sentimenti di umiliazione di fronte alla decadenza delle condizioni...

Piccolo dizionario

Parole a perdere

Anna Andreevna Achmatova

Nella notte bianca

Non ho chiuso la porta,

non ho acceso le candele,

non lo sai ma, per quanto fossi stanca,

non riuscivo ad andarmene più a letto.

Guardare, come si smarriscono i sentieri

dentro al bosco, all’imbrunire 

ormai del giorno,

ebbra del suono di una voce

che è simile alla tua.

E sapere che tutto è già 

perduto,

che la vita è un tremendo 

inferno.

Ero certa

che saresti ritornato.

(1911)

Archivio